VenetoWorld

venerdì 25 aprile 2008

“Street Art - Dai Graffiti alla pittura”


Ricordiamo che il 12 gennaio è stata inaugurata a Palazzo Paolo V la mostra d’arte “Dai Graffiti alla pittura” che sarà ospitata in città fino al 15 marzo e che difatti sancisce la chiusura della manifestazione Muralia, organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Benevento con la direzione artistica del critico Vittorio Sgarbi.
Dieci gli artisti che, dopo aver realizzato le loro opere sui muri di via Vittime di Nassiryia, espongono all’interno della sala mostre di Palazzo Paolo V questa volta però su tela.
All’inaugurazione sono intervenuti: il direttore artistico di “Muralia”, Vittorio Sgarbi, il sindaco di Benevento, Fausto Pepe, l’assessore alla Cultura, Raffaele Del Vecchio e il presidente del Consiglio comunale, Giovanni Izzo.
“Questa mostra – ha dichiarato il sindaco – ha innanzitutto un valore di continuità rispetto alla coraggiosa scelta effettuata qualche mese fa, quando è stata ospitata la manifestazione Muralia. Attraverso quella scelta la città di Benevento è riuscita ad inserirsi in un dibattito nazionale sulla valenza di questa giovane forma d’arte. A quella discussione Benevento sta dando il proprio contributo. Eventi culturali come questi, inoltre riescono in parte a far capire che la Regione Campania è costituita da molte realtà, alcune delle quali credono fortemente nel proprio patrimonio artistico, architettonico e di idee”.
Anche l’assessore alla Cultura del Comune di Benevento, Raffaele Del Vecchio ha posto in relazione l’evento artistico con la grave crisi dei rifiuti “che in questi giorni – ha notato l’assessore - sta occupando le pagine dei giornali di tutto il mondo. Da questo punto di vista questa mostra porta con se un valore simbolico. Testimonia che la Regione Campania è viva e vuole tornare ad investire e competere puntando su arte e cultura”.

“Benevento – ha spiegato Vittorio Sgarbi – ha fatto una scelta differente rispetto a Milano o Bologna. Ha deciso di avviare un dialogo con i tanti ragazzi che fanno arte sui muri della città inaugurando una stagione di dialogo e riportando questi artisti nell’ambito della legalità”.

Infine il presidente Giovanni Izzo ha lodato l’iniziativa per “la scelta coraggiosa che l’amministrazione ha saputo sostenere”.
Posta un commento