VenetoWorld

mercoledì 11 maggio 2011

Conto alla rovescia per la seconda edizione di Lumen Urban Factory

SALERNO
DAL 13 AL 29 MAGGIO
EX FABBRICA SALID
PARCO DELL'IRNO.

Conto alla rovescia per la seconda edizione in programma dal 13 al 29 maggio 2011.

ECCO I VINCITORI DEL CONTEST FOTOGRAFICO

Fervono i preparativi presso l’ex Fabbrica Salid nel Parco dell' Irno di Salerno per la II edizione di Lumen Urban Factory, organizzata dall’Associazione Lumen Project con il sostegno del Comune di Salerno, in programma dal 13 al 29 maggio 2011.
Ideato dal collettivo Satoboy Clt. e Ziguline magazine, realizzato con il contributo di Camera di Commercio, Salerno Mobilità, Salerno Solidale, main sponsor Centro Commerciale Maximall e Monster Cookie, Lumen sarà l’evento di apertura di Salerno Porte Aperte 2011.
Partner culturale dell’edizione la Galleria Wunderkammern di Roma; media partner: Drome Magazine, Busta.

IL COMITATO ARTISTICO: LUMEN RIUNISCE LE REALTÀ ITALIANE

L’evento si contraddistingue non solo per la sua originale formula ma anche per essere tra le prime realtà in Italia riuscita a riunire le associazioni che realizzano in diverse città le più interessanti manifestazioni relative all'urban art ed all'arte contemporanea.
La selezione della mostra principale, infatti, è frutto di un Comitato artistico composto, oltre che dall’Associazione organizzatrice, da 4 tra le più importanti realtà italiane attive nel settore dell'urban art (Ass. ne Mac Contemporaneo di Ancona / organizzatrice del POP UP!; Ass. ne Infart Collective di Bassano del Grappa / organizzatrice di INFART; Ass. ne Il Cerchio e le Gocce + Style Orange di Torino / organizzatori del PIC TURIN; Ass. ne Walls di Roma / organizzatrice dell’URBAN CONTEST; Ass. ne Largo Baracche di Napoli / curatrice dell’omonimo spazio espositivo).

In attesa di scoprire artisti ed opere selezionate per l’Urban Factory che sarà allestita presso la Fornace dell’Area - ultimo tassello completato, nell’ambito dell’intervento di recupero di archeologia industriale e, di fatto, inaugurato da “Lumen” - sono invece noti i dieci vincitori del contest fotografico lanciato il mese scorso.

I VINCITORI DEL CONTEST FOTOGRAFICO Chiamati a sviluppare la propria personale interpretazione del concetto di “sostenibilità” realizzando un lavoro composto da una coppia di immagini fotografiche complementari, ad aggiudicarsi l’esclusiva possibilità di esporre le proprio creazioni sono:

-MATTEO DI BERARDINO & DAVIDE NUZZI
-ALESSANDRO CONSORTI
-ELEONORA AVINO

eletti dal popolo di facebook che li ha premiati con il maggior numero di “mi piace” sulla pagina I ♥ Street Art
A loro tre si aggiungono i sette vincitori scelti dalla commissione giudicatrice:
-ANNA SERGIO
-DONATO MANNIELLO
-EMILIO NUZZOLO
-FEDERICA DE RUVO
-FRANCESCO CAMILLO GIORGINO
-FRANCESCO CHIOT
-GIULIA AZZALINI


Le loro opere saranno ammirabili lungo il percorso all’interno dello spazio espositivo.
Ogni lavoro sarà riprodotto su di un pannello bipolare, installato secondo una particolare tecnica chiamata “lenticolare”, che permetterà alle immagini di essere visualizzate, a turno e sullo stesso piano, a seconda del punto d’osservazione del visitatore.
Il contest è stato sviluppato in collaborazione con Campania Eco Festival.
I WORKSHOP all’evento saranno coinvolti attivamente anche gli studenti del Liceo Artistico Andrea Sabatini e dell’Istituto d’Arte Filiberto Menna di Salerno invitati a partecipare ai workshop di approfondimento che spazieranno dalla “Comunicazione Urbana” al “Marketing territoriale”, dalla “Sostenibilità” alle “Energie Rinnovabili”. Una pregevole occasione di confronto e formazione che unirà la sete di sapere dei giovani alunni con la professionalità dei critici d’arte, giornalisti e professionisti del settore che saliranno in cattedra.
I seminari si terranno nei giorni 17 e 24 maggio alle 10.30.


LA LOCATION
L’appuntamento, costruito nell’ottica di presentare l’attuale scena artistica comunemente definita “outsider art”, con particolare predilezione alle correnti “urban”, “street” e “low-brow”, sarà anche l’occasione per “vivere” uno dei segmenti più belli ed accoglienti della Lungoirno che ne valorizza a pieno la qualità della trasformazione urbanistica: Il Parco Irno.
Definitivamente completato dal Comune di Salerno e inaugurato lo scorso settembre, il parco urbano risulta direttamente collegato al già realizzato Parco delle Terme Campione e contiene, tra spazi collettivi e percorsi pedonali, “7 giardini tematici” circondati da piante rampicanti tipo bougainvillea, bignonia, glicine, gelsomino, e plumbago.
Ma, soprattutto, Lumen condurrà i propri ospiti alla scoperta della parte finale dei lavori di recupero che ha permesso di ristrutturare definitivamente i manufatti appartenuti alla ex Fabbrica di laterizi Salid.
Negli ampi spazi della struttura immersa nel Parco Urbano (35.000 mq) facilmente raggiungibile e dotata di ampi parcheggi, oltre alle opere in mostra si potranno ammirare il vecchio edificio del mulino, interamente restaurato mantenendo l’antico carattere costruttivo ed il linguaggio architettonico allusivo della sua vecchia funzione, che ospiterà le 40 opere racchiuse
nel concept “Arte Contemporanea in Controluce” (realizzate per la I edizione) e la Fornace dell’Area dove è stato completamente recuperato il vecchio forno a pianta ellittica in mattoni refrattari che risulta inserito in una nuova struttura in acciaio. Segno caratterizzante dell’intervento è il recupero della vecchia ciminiera del forno, elemento tangibile di archeologia industriale e memoria dell’antica fabbrica di mattoni, ed armonicamente inserita nella moderna nuova struttura in acciaio.

INFO UTILI
Lumen sarà visitabile tutti i giorni, dalle 10 alle 24, con ingresso gratuito. Informazioni e curiosità sull’evento su www.ziguline.it e su QUI.


Ufficio Stampa: JaG Communication
Tel/fax: 089 797416 – press@jagcommunication.com
Gilda Camaggio 335 6785601 – Silvia De Cesare 334 3422911


DIREZIONE ORGANIZZATIVA | Lumen Urban Factory 2011

-SATOBOY - www.satoboy.com

-ZIGULINE MAGAZINE - www.ziguline.com

-AWZERO ARCHITECTURE - www.facebook.com/awzero

Posta un commento