VenetoWorld

domenica 30 dicembre 2012

PICTURIN: Torino museo a cielo aperto

37 Artisti da 7 Nazioni differenti per colorare alcuni luoghi simbolo della città e trasformare Torino in un grande museo a cielo aperto.

PicTurin – organizzato dalle associazioni per la creatività urbana (ACU) che operano sul territorio (“Il Cerchio E Le Gocce” “Monkeys Evolution” e “Style Orange”), MurArte e dal Servizio Politiche Giovanili e il Servizio Arti Contemporanee della Città di Torino – è finanziato dal Dipartimento della Gioventù attraverso il Piano Locale Giovani Città Metropolitane e rientra tra gli eventi torinesi inseriti nel calendario di Torino Young City, il palinsesto delle attività estive legate alla creatività giovanile.

PicTurin si conferma come il principale evento italiano di street art e uno dei più importanti a livello mondiale.
Protagonisti di questa edizione: i belgi Bue the Warrior e Chase, l’argentino Rojo Roma e l’americano Augustine Kofie, gli olandesi Graphic Surgery, Zoer e Velvet (CSX crew, francia), Arsek e Erase (Bulgaria), 2501, Verbo, SMK crew, Overspin crew, Demo, Tots crew, , Krio, Truly Design, Vesod, KNZ clan, Galo, Mr Thoms, Mrfijodor, Corn79.

I luoghi:
Parco Dora. Due gli interventi realizzati nell’area post-industriale.
Sui Walls della zona Indigest hanno lasciato il loro segno Overspin, SMK crew,  TOTS crew, Vesod, Knz Clan, Truly Design, Krio,ADC crew, Zoer & Velvet(CSX crew), Erase & Arsek
Sulle Towers dietro il capannone dello strippaggio si stagliano i lavori di 2501, Graphic Surgery e Verbo.
Ospedale Amedeo di Savoia. A luglio è stata dipinta la facciata di uno dei padiglione del comprensorio da Spek e Zork. Inoltre, dopo la pausa estiva, si è aggiunto un fuori programma: l’artista argentino Rojo Roma ha realizzato una parete in via Passo Buole.
Scuola Nievo. Sempre a settembre sono intervenuti sui muri della scuola di corso Moncalieri Galo e i due artisti belgi Bue The Warrior e Chase. I “fratelli d’arte” dopo aver girato il mondo con progetti individuali si sono ritrovati a Torino per esporre le loro opere sulle pareti della GaloArtGallery e lasciare un segno del loro passaggio a PicTurin sulle pareti della scuola di corso Moncalieri.
I personaggi surreali del romano Mr Thoms - writer, pittore e scultore, ma anche graphic designer, scenografo, decoratore, storyboarder, fumettista, regista e illustratore – hanno, infine, “occupato” la parete della Scuola J.J. Rousseau, di via Monte Ortigara 50.
Hanno lasciato il proprio segno anche gli artisti delle associazioni organizzatrici di PicTurin: Wens e Reser dell’associazione Style Orange, hanno lavorato al fianco di Ottograph; MrFijodor e Corn79 sono intervenuti sullafacciata dell’Hiroshima Mon Amour, principale polo musicale cittadino, e i Monkeys Evolution stanno portando avanti il lavoro con l’illustratore naturalista Dotti in strada Superga.
Istituto RSA Richelmy. Il gran finale è stato riservato a Augustine Kofie, artista di LosAngeles, uno dei pilastri della prima scena graffiti, attivo nella west coast fin dagli anni ’90. Le sue proiezioni geometriche, che hanno già invaso la natia Los Angeles e New York, hanno colorato l’Istituto RSA Richelmy, tra corso Tassoni e via Del Sarto, la parete più grande e impegnativa di Picturin 2012.