VenetoWorld

giovedì 25 dicembre 2014

Galleria Hausammann - Willow e Scrivere di Writing - doppio appuntamento a Cortina


Doppio appuntamento per questo Sabato 27 dicembre con l'arte nella bellissima cornice di Cortina D'Ampezzo, presso la Galleria Hausammann che inaugurerà l'anno invernale con una giornata densa di appuntamenti.

La Galleria Hausammann è stata fondata nel 1961 a Cortina D’Ampezzo, dall’importante collezionista d’arte Renato Hausammann. Fin dagli inizi è divenuta un punto di riferimento per l’arte contemporanea nel territorio di Ampezzo grazie alla sua ricerca molto focalizzata su artisti famosi dell’avanguardia italiana. Attraverso questi cinquant’anni di storia, è stata continuamente portata avanti attraverso la successione di tre generazioni di galleristi tutti appartenenti alla stessa famiglia ed è ora diretta dai due fratelli Beatrice e Federico Hausammann. In questi ultimi due anni la galleria ha ampliato il suo focus verso le nuove forme della produzione artistica contemporanea, che sono più correlate ai Graffiti e alla Street Art, aprendo anche una sede a Miami. La galleria Hausammann ha organizzato mostre personali e collettive di alcuni tra i più importanti graffiti writers italiani e recentemente ha preso parte dell’ultima edizione della Stroke Art Fair a Monaco.

Willow, Blu, 2014


Willow, Esterno Giorno, 2014

Si terrà, infatti, l'opening della mostra personale di Willow, noto artista milanese, che già da diverso tempo espone con gli Hausammann. L'ampia esposizione consisterà in un percorso tra venti opere, alcune delle quali realizzate ex novo per l'occasione.
Formatosi come disegnatore di fumetto umoristico per l'editoria, Willow collabora con gallerie d'arte in Italia e all'estero e viene riconosciuto grazie all'uso di un tratto stilizzato che dà forma a personaggi ironici e a bubble tipici dei fumetti. Inoltre la ricchezza dei colori e i toni accesi lo hanno configurato  nel corso degli anni come un artista neopop. 

Willow, Ombre, 2014

Nello stesso giorno avverrà anche la presentazione del libro "Scrivere di Writing - Note sul mondo dei Graffiti", scritto da Giada Pellicari, curatrice d’arte contemporanea che ha indirizzato la sua pratica curatoriale e critica verso gli ambiti del Writing e della Street Art. 

Pubblicato dalla casa editrice CLEUP, all’interno della collana Storia dell’arte-Museologia, è in distribuzione dal 17 dicembre 2014 nelle principali librerie del Triveneto e in altri punti di riferimento specializzati del settore.
Si tratta di un testo che va visto come una raccolta delle ricerche compiute sul mondo del Writing da parte dell’autrice negli ultimi cinque anni, un percorso realizzato attraverso studi sul campo, ricerca bibliografica, interviste ai protagonisti della scena e progetti curatoriali. Il libro intende dare alcuni punti di riferimento e strumenti di analisi con il fine di porre dei quesiti ma anche di provare a far comprendere il Writing, collocandosi come un contenitore di riflessioni teoriche e note a margine attorno ad esso.

“Cos’è il Writing? Come si rapporta il writer con lo spazio urbano e l’architettura? Perché i graffiti si possono definire come segni calligrafici dotati di una natura gestuale? Per quale motivo parlare di arte pubblica è improprio? Quali sono gli errori delle istituzioni? Che cambiamento hanno apportato la fotografia, il video, YouTube e i nuovi media nel fare i graffiti?”: queste sono alcune delle domande che si è posta l’autrice nel corso del libro e che ha trattato lungo le 180 pagine che lo costituiscono.

Copertina del libro. Foto: Yama11, No Path To Follow, 2011. Ph Simone Settimo



Sabato 27 dicembre
Galleria Hausammann
Galleria Nuovo Centro, 4
Cortina D'Ampezzo (BL)
Dalle 18.00

SAA News

Posta un commento