VenetoWorld

mercoledì 17 marzo 2010

Gone


Parte la undicesima edizione di Phada Murgania, rassegna dedicata alla cultura visiva contemporanea. Anche questa edizione, a cura di Carlo Sala, prosegue la linea di ricerca sull’opera dei giovani autori che si stanno affermando nelle maggiori rassegne nazionali. A esordire con la prima mostra è Giuseppe Gonella, uno dei più interessanti artisti della giovane scena pittorica italiana.
In mostra una selezione di lavori recenti dell’autore, tutti di grandi dimensioni. In queste opere vi è una fitta trama visiva e subentrano dei marcati valori prospettici. La composizione si dipana in anfratti visivi che delineano delle atmosfere in bilico tra la realtà e le suggestioni di una quotidianità in cui si mischiano evocazioni che sfiorano il lirismo. La pittura è certamente di matrice iconica, ma non si giunge ad una struttura rigidamente marcata.

Figure apatiche travolte dal trambusto e dalla frenesia sono la visione di un uomo a tratti vulnerabile. Le superfici pittoriche sono pulsanti, vitali, in un turbinio di oggetti che fluttuano nell’aria. Un’opera di ricostruzione visiva, in cui metaforicamente il vento si fa protagonista del divenire delle cose.

Inaugurazione sabato 27 marzo 2010, alle 17.30
negli spazi della Chiesetta di Sant'Antonio a Badoere, dove la mostra sarà visitabile da venerdì a sabato dalle 15.30 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19 fino fino al 18 aprile 2010.
Posta un commento