VenetoWorld

martedì 1 giugno 2010

MUV Festival 2010

Seconda giornata di programmazione per Muv Festival. All’Anfiteatro delle Cascine nella giornata di mercoledì 2 giugno spazio a sonorità dubstep, funk e drum ‘n’ bass.

Il programma, al quale collaborano Switch, Ragnampiza e Numa Crew prevede in questo giorno festivo un’apertura anticipata alle 16 con lo showcase di Ragnampiza, l’eclettica trasmissione radiofonica di Controradio composta da Duccio Mazzanti & Tommaso Ricciotti (Skoolbwoy Hi-Fi), Francesco Bigazzi e Andrea Bracali (Ether), Andrea Mi.

A seguire il live set di Tuzzy, uno dei primi produttori a cavalcare l'onda dubstep e fondatore nel 2007 di Elastica Records, la prima label Italiana attiva su questo genere musicale.

Il 2 giugno è anche il giorno in cui per la prima volta in Toscana sarà possibile vedere ed ascoltare ciò che stato prodotto durante la prima edizione del Muv lab.


Il progetto formativo curato da Andrea Mi nato con l’intento di di sviluppare innovative strategie di produzione per artisti emergenti ha già dato i suoi primi frutti proponendosi la settimana scorsa sul palco dell Live Performance Meeting di Roma.

Il tutoraggio professionale di Muv Lab vede coinvoliti il produttore italo-portoricano Arge, emerso dal collettivo Numa Crew, e uno dei più promettenti visual artist fiorentini, Vj LP, seguiti, rispettivamente, da Tuzzy, produttore e responsabile della Elastica Label, e da Selfish, storico videoartista italiano, responsabile della video-label Zerofeedback.

Una seconda produzione vede invece protagonista il duo Kokomo, parte del collettivo 24Hrs Sleepy People, ed è seguita da Prudo, dj e producer tra i più affermati a livello internazionale. La parte video è curata invece da Ergot, promettente vj dalla spiccata personalità visiva, a sua volta seguito dalla più nota Vj italiana, Blanche.
I due progetti saranno protagonisti sul palco dell’Anfiteatro dalle 21 in poi e saranno seguiti dalla showcase di Numa Crew, una delle formazioni fiorentine più attive nel panorama dubstep europeo.

La serata si chiude in bellezza con due special guest d’oltremanica. Quello che è stato ribattezzato come il nuovo suono di Londra vede protagonista al calar del sole Cooly G; assieme ad Ikonika, la produttrice di Brixton, rappresenta al meglio il suono del momento nei club inglesi, disegnato in casa Hyperdub, alla corte di Kode 9.
Una fusione di deep house, tribal, dubstep vibe nella quale lentamente prendono forza astratti beats post-garage, profonde line di basso Dub, onirici cut up vocali.

In chiusura il dj set di Crissy Criss, il più giovane tra i dj in forze a BBC Radio One a 11 anni si esibiva già al The End di Londra. Colonna della pirate radio Cool FM Crissi ha suonato nelle migliori notti drum'n'bass inglesi, spostandosi poi abitualmente tra New York, Toronto, Svizzera, Francia e Germania. Dal 2004 esce su Back2Basic e Mix n Blen.


I visual della seconda giornata di muv festival saranno di Besegher, artefice di linguaggi iconografici che mixano fra loro differenti media quali super8, 8mm, collage, fotografia e foundfootage.


Posta un commento