VenetoWorld

mercoledì 1 settembre 2010

20keith



 "20keith" (dall'11 settembre al 2 ottobre @ Galleria Espositiva e Ex Roma Club Monti di Roma, ore 19.00 - Ingresso Libero)

a partire da domani (1 settembre) sul sito www.20keith.tk verranno pubblicati i profili degli artisti partecipanti (2 artisti al giorno fino al 10 settembre) con alcune anticipazioni fotografiche sulle opere espostevi aspettiamo sabato 11 settembre presso la galleria Ex Roma Club Monti di via Baccina 66, a partire dalle ore 19, per brindare con i vini selezionati e offerti dagli amici del SocialWine 
[...]
Con lo stesso spirito gli artisti di “20keiTH” sono stati invitati a reinterpretare 20 opere di Keith Haring realizzando “cose” inedite che rispecchiano il personale stile e le prerogative di ognuno di loro: non si tratta quindi di mere copie d’autore, ma di opere nuove e originali più rivolte al futuro che a rimpiangere il passato, dimostrazioni che si può arrivare agli stessi luoghi adoperando mezzi diversi e che si possono usare gli stessi mezzi per arrivare in posti molto distanti tra loro.

“20keiTH” dunque è un progetto collettivo nato da un'idea dello street artist romano Omino71, che ha selezionato 20 capolavori rappresentativi dell'immensa attività creativa di Haring e li ha affidati a 20 artisti italiani, invitati a realizzare altrettanti tributi: agli artisti sono state quindi commissionate 20 opere originali, attraverso le quali il linguaggio dell’Artista statunitense viene reinterpretato per rivivere in 20 modi e stili diversi.
[...]

Gli artisti di “20keiTH”: Marco Petrella, 999, Hogre, Sone, NoBrain, Alicè, AndyPopShop, Etnik, Halo Halo, Omino71, Roberto Goodman, Tommy The Pariah, Ufocinque, Vacon, Geometric Bang, Mr.Klevra, Br1, #, Urka, Jessica Stewart.

 [...]
"Dal 1982 al 1989 Haring ha visitato l’Italia più volte, lasciando sempre il suo segno in maniera indelebile sulle cose e sulle persone (artisti e non), sia con le esposizioni (dalla sua prima a Napoli nel 1983 presso la galleria di Lucio Amelio a quella di Milano del 1984 presso la galleria di Salvatore Ala), che con performance indimenticabili, come la personalizzazione in quarantotto ore degli interni del negozio Fiorucci di Milano del 1983 e soprattutto con l'ultima opera pubblica ufficiale dell'Artista, il grande murale "Tuttomondo" realizzato a Pisa nel 1989 e tuttora visibile per la gioia dei turisti e dei tanti ragazzi che, grazie a quell'opera intitolata alla pace, continuano ad avventurarsi nel mondo dell'arte e della creatività.
[...]
Altre volte invece il suo passaggio è rimasto solo nel ricordo dei superstiti che hanno potuto assistere alla performance o all’opera finita, come nel caso di Roma, dove in due occasioni le autorità pubbliche hanno preferito rimuovere le sue opere per questioni di “ordine pubblico”, come per il graffito sullo zoccolo del Palazzo delle Esposizioni, cancellato in occasione della visita di Michail Gorbaciov del 1992, e il graffito sulle pareti trasparenti del Ponte Pietro Nenni, rimosso nel 2001 per mano dell’Atac.

In tal senso “20keiTH” rappresenta anche un piccolo rimborso al debito che Roma ha nei confronti dell’Artista. "
Posta un commento