VenetoWorld

martedì 12 ottobre 2010

Murarte: prima di tutti



MURARTE

Negli ultimi tempi molti comuni si sono dati da fare per utilizzare il writing e la street art come movimento per la riqualificazione urbana, facendo così passare questa disciplina da vandalismo ad arte (ovviamente per l'immaginario collettivo). Non molti sanno, però, che il primo comune a promuovere questa iniziativa è stato quello di Torino con il progetto Murarte:

“Murarte: da una libera espressione ad interventi di estetica urbana” è un progetto innovativo del Settore Politiche Giovanili della Città di Torino, Ufficio Creatività e Autonomia, che prevede la destinazione di alcune superfici murarie ad interventi artistici che partano dalle attività del Writing e che si sviluppino in opportunità di espressione più allargata.

Il progetto Murarte, presentato ufficialmente nel '99, nasce principalmente, dall’esigenza di affrontare due diverse tematiche urbane: da una parte, l’esigenza di agire nel riconoscere alcune realtà artistico-giovanili spesso sconosciute e clandestine ma che nascondono una forte potenzialità di espressione e creatività; dall’altra, la necessità di attivare nuove iniziative a basso costo per combattere il degrado fisico di alcune parti della nostra città migliorandone la percezione.

Io ne faccio parte sin dall'inizio, la mia tessera (quella della foto) riporta il numero 0072. Per esperienza diretta, quindi, posso confermare la validità dell'esperimento.
Posta un commento