VenetoWorld

sabato 15 gennaio 2011

Bambi's Mother si Dead!

Arrivano a Milano le opere di Max Papeschi. Vernissage fissato per martedì 18 gennaio alle 19 e poi, fino al 12 febbraio, la mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 15 alle 20 allo Spazio Stendhal36. La dissacrante ironia dell’autore – finito nelle cronache per la sua ‘Minnie’ nazista e nuda su un cartellone pubblicitario in Polonia – punta al disincanto sfruttando l’immaginario collettivo della fabula per mostrare il consumismo, i genocidi di massa e le atrocità della guerra. Nell’arte di Papeschi il termine di paragone risulta indispensabile per una presa di coscienza reale. Allo spazio Stendhal 36 saranno così esposte non solo le opere famose in tutto il mondo ma anche inediti su molti temi tra i quali la religione, la famiglia, la storia e la politica. Inoltre, verrà proiettato un video sulla situazione nella Repubblica italiana di oggi.

Secondo Igor Zanti, ”i personaggi dei cartoni animati, simbolo universale di un mondo rassicurante e perfetto, perdono la loro funzione per veicolare un’indagine sulla realtà contemporanea”, dando vita a ”composizioni dove un ricercato gusto per il non-sense stravolge i tradizionali topoi culturali a cui siamo abituati”. Papeschi si concede, conclude Zanti, ”la possibilità di provocare con l’intento di sollecitare una riflessione mai banale sul contemporaneo”.
[fonte: ADN KRONOS]
Posta un commento