VenetoWorld

venerdì 18 febbraio 2011

In rovina i Cantieri Culturali della Zisa


"Come cittadini innanzitutto, e come operatori culturali, associazioni, artisti, di questa come di altre città, vogliamo conoscere le ragioni di questo abbandono”. Sono questi i toni, mesti ed amareggiati ma privi di inutili esasperazioni dialettiche, con i quali i palermitani rivolgono un appello al sindaco della città in merito ai Cantieri Culturali della Zisa.
"Uno spazio pubblico di grande pregio che ha rappresentato, nel tempo, uno dei luoghi strategici del disegno culturale della città, ammirato in Italia e nel resto d’Europa”. E che ora - si legge nella lettera aperta che i promotori invitano a firmare sull’apposito website e su Facebook - versa in stato di abbandono, degrado e incuria: "entrando ai Cantieri Culturali, e vedendo la loro attuale condizione, è un senso di morte e di abbandono quello che assale”.
E questo, sottolineano i sottoscrittori, nonostante un poderoso progetto di restauro promosso da questa medesima amministrazione comunale, per cui sono state impegnate ingenti risorse economiche. Fino alla domanda provocatoria e paradossale: "sulla base di quale processo, di quale progetto, di quale ragionamento sugli spazi e sulle infrastrutture, si può realmente avanzare l’idea di candidare Palermo a città europea della cultura, come qualcuno dentro l’Amministrazione aveva ipotizzato solo qualche mese fa?”

Posta un commento