VenetoWorld

venerdì 10 maggio 2013

OPS! L’ABBIAMO FATTO DI NUOVO (CON LUCAMALEONTE E HITNES)

Il Municipio Roma XI, 999CONTEMPORARY e OIKOS con il supporto operativo di Walls inaugurano CATALOGO la grande opera pubblica di Lucamaleonte e Hitnes, street artist romani, che trasforma il sottopasso di via delle Conce in un’opera pubblica da attraversare e ammirare.


 Dopo il sottopasso di via Ostiense, descritto da un sito americano (Doze Collective) come l’”archetipo della street art”, il Municipio Roma XI, 999CONTEMPORARY e OIKOS ci ricascano e la vittima questa volta è l’orrendo sottopasso di via delle Conce. Un passaggio utilizzato da molte persone, grigio e degradato, da oggi é la sede di CATALOGO un’opera enorme, complessa e magnifica nella quale potrete letteralmente entrare. Di nuovo il lavoro della street art non si è limitato alle superfici ma si é esteso allo spazio per avvolgerlo interamente alla maniera dei grandi affreschi rinascimentali, ma non sono i palazzi dei nobili, dei ricchi e delle élite questa volta a godere dell’arte ma un vecchio ponte di tutti, pubblico e triste. I tempi cambiano.  A lavorare in questo spazio urbano abbiamo voluto due artisti romani straordinari: Lucamaleonte e Hitnes. 

Tanto per chiarire Lucamaleonte è uno dei tre artisti italiani invitati personalmente da Banksy al Cans Festival nel 2008 (insieme a Sten e Lex anch’essi romani e Orticanoodles milanesi), Hitnes invece, oltre ad essere un’artista italiano di fama internazionale é reduce da una grande mostra (Paginae Naturalis) voluta dal Museo Civico di Zoologia di Roma.

CATALOGO é il nome dell’opera che hanno realizzato. Una natura al contempo razionale e fantastica che popola lo spazio urbano di flora reale e fauna immaginaria. Lucamaleonte si è occupato delle piante che paiono prese in prestito dall’erbario cinquecentesco di un gigante e messe a presidio di un luogo che le aveva escluse per riprendere il loro lavoro: ricordarci che la loro bellezza é fragile e nelle nostre mani e non funziona col cemento, Hitnes invece si è occupato della fauna, animali sorprendenti che escono dall’immaginario dell’artista per colonizzare, sorvegliare e osservare un pezzo di città e suoi abitanti-passanti. Telecamere a circuito chiuso di una natura catalogata e incatalogabile. Un esercizio inutile alla ragione che per questo chiamiamo: arte.


Anche questa volta é stata Oikos, a fornire i materiali adatti a garantire realizzabilità ma soprattutto durata dell’opera. Oikos è un’eccellenza tutta italiana, un’azienda leader nella produzione di materie per l’architettura che ha creato appositamente le vernici utilizzate per quest’opera. Abbiamo chiesto a questo partner d’eccezione materiali di durata “museale” e loro hanno raccolto la sfida producendo poi il risultato che tutti potrete vedere.

CATALOGO non rimarrà solo nello spazio del sottopasso di via delle Conce ma diventerà anche un libro che raccoglierà i lavori originali degli artisti e che sarà disponibile presso 999CONTEMPORARY.

Il progetto è stato interamente finanziato dall’associazione 999CONTEMPORARY senza nessun costo per la comunità, nel pieno spirito che anima la street art e tutta l’arte urbana contemporanea, un dono alla città e alla comunità. Proprio come hanno fatto i sette artisti del sottopasso di via Ostiense. Un dono alla comunità che si é indignata per come é stata deturpata la “loro” opera. E’ stata la gente comune ad avvisarci che qualcuno aveva imbrattato la magnifica opera di via Ostiense. Un’aggressione vile a cui vogliamo porre rimedio. Stiamo lavorando per ottenere il riconoscimento dell’opera come bene culturale nazionale, ne ha titolo, dignità e diritto, la restaureremo e troveremo lo strumento migliore per conservarla e trasmetterla ai posteri integra.