VenetoWorld

giovedì 31 luglio 2014

@OPIEMME porta poesia di strada in POLONIA, con una dedica alla poetessa nobel W. Szymborska su un palazzo di 10 piani


Annoverato dall'Huffington (Usa) post fra le "26 migliori città del mondo dove vedere street art", il Monumental Art Festival di Zaspa, Gdansk, arriva alla sua 6° edizione.
Seguendo il tema "Road is happiness" sono intervenuti il polacco Maciej Salamon, Zosen Bandido dalla Spagna, Gualicho dall'Argentina e Opiemme dall'Italia.



Quest'ultimo, Opiemme - artista torinese definito il poeta della street art, per il suo lavorare con immagini e parole, e per il suo portare poesia in ambienti pubblici incontro alle persone -, ha realizzato una pittura poetica di 10 piani (450 mq circa), dedicata alla poetessa Wislawa Szymborska, premio nobel per la letteratura nel 1996, citando dei passi di "Sotto una piccola stella".
Un lavoro guardato con approvazione dalla Fondazione Wislawa Szymborska di Cracovia (http://www.szymborska.org.pl).



Questo passo concretizza una ricerca portata avanti fin dal 2000 da Opiemme, che vuole avvicinare la poesia alle persone, proponendola con nuove soluzione in grado di attrarre e incuriosire il pubblico, così come nel caso del mix con la pittura murale e la street art.



Nel 2013 aveva iniziato il progetto "Un viaggio di pittura e poesia", che creò un simbolico percorso di poesia di strada nel Bel Paese.
Nel 2014 viene selezionato in Imago Mundis, una mostra itinerante curata da Luciano Benetton, e riceve il premio della critica alla fiera di Bologna Setup, con la galleria BI-BOx di Biella.
Dopodichè si reca ad Haiti per disegnare con i bimbi e nelle strade di Port Au Price, capitale haitiana sconvolta dal terremoto del 2010, in un progetto intitolato "Ask the dust, Ask the people".

Posta un commento