VenetoWorld

mercoledì 21 gennaio 2009

Dubbi amletici

Come molti di voi sapranno o avranno intuito io ho un colorificio. Non è che ci lavoro dentro, sono proprio socio al 50% in questa attività commerciale.
La zona è prevalentemente agricola, non è che San Polo di Piave sia la culla del Rinascimento, gente laboriosa che si spacca la schiena ma sicuramente non cime dal punto di vista artistico... Nonostante questo qualche writer della zona ogni tanto mi viene a trovare e mi propone di procurarmi bombole da street art, come diceva De Andrè "dal letame nascono i fiori" e da San Polo e zone limitrofe escono i ragazzi de La Cremeria, storica crew molto presente in zona e, nonostante siano ormai sulla soglia degli "anta", ancora nel cuore di molti ragazzini (io compreso) che sono cresciuti coi loro pezzi. Ma dopo questo svarione vi sottopongo il mio problema: i distributori italiani di Montana e Belton sono come i barboni che profumano di Chanel, ovvero introvabili, GraffitiShop non ha rappresentanti che possono venirmi a trovare in negozio (cosa tra l'altro indispensabile) e io non so dove sbattere la testa... Se qualche distributore o qualche negozio provvisto di bombole da street art mi aiutasse metà del lavoro sarebbe fatta, poi per venderle non ci sarebbe neanche tanto da disperarsi.
L'altenativa sarebbe convincerli a usare le bombolette che già vendo se non fosse per la gamma di colori assolutamente non convincente e l'assoluta chiusura mentale verso le altre marche dei writers! Sarebbe un bell'investimento quello delle bombolette, una bomba di tutto rispetto in questo momento di crisi, se mi scoppia in mano sono carne per i vermi!
Posta un commento