VenetoWorld

lunedì 26 ottobre 2009

“ABSOLUT YouWall 2.0” Web Contest


Il progetto della carta da parati urbana sbarca nella rete su www.absolut.it

Parte a settembre il web contest Absolut YouWall 2.0, l’iniziativa per scegliere i prossimi protagonisti che daranno vita all’installazione di Absolut Wallpaper, la carta da parati urbana creata da Absolut Vodka, sul Muro alle Colonne di San Lorenzo a Milano a partire da gennaio 2010.

ABSOLUT WALLPAPER è un progetto con il quale Absolut Vodka ridisegna e reinventa gli spazi degradati delle città italiane, trasformandoli grazie alla creatività di grandi designer e artisti che sanno aprire una finestra visionaria anche nel più grigio dei muri.
Dalla realtà urbana alla dimensione virtuale il passo è breve. Absolut YouWall 2.0 si sposta sul web per raccogliere i contributi della community internet che costituiranno la prima opera urbana user generated. Grazie, infatti, ad Absolut Vodka chiunque lo desideri, e abbia l’estro creativo necessario, può dare il proprio apporto per creare la prossima Wallpaper e trasformare il sogno in una realtà da vivere. Basta registrarsi sul sito www.absolut.it e fare l’upload di una foto, una frase o un oggetto che rappresenti il proprio mondo ideale “In An Absolut World” nella media gallery dedicata al contest 2.0.
Sul sito sarà possibile visualizzare, per ogni lavoro pubblicato, nome e cognome dell’autore.
Una volta caricati nella gallery, i migliori contributi degli utenti verranno raccolti da un noto artista street che creerà, combinandoli insieme, vera e propria un’opera d’arte. Da gennaio 2010, la wallpaper virtuale prenderà vita realmente e sarà applicata sul Muro alle Colonne di San Lorenzo a Milano.

Fino a quel momento, quasi a simboleggiare un preludio fortemente in linea con lo spirito collettivo che animerà la prossima installazione, sul Muro milanese dedicato al progetto ABSOLUT WALLPAPER, campeggia un visual di grande impatto in omaggio ad una delle più grandi icone del nostro tempo, Keith Haring, grande interprete della pop art newyorkese anni ’80 e portavoce spiazzante di un'idea di creatività non élitaria capace di trasformare il mondo. “L’arte è per tutti e questo è il fine a cui voglio lavorare”, diceva Keith Haring. Quale migliore invito per scatenare la partecipazione collettiva per sognare una città differente, dove non c’è spazio per il grigio urbano, sostituito da una moltitudine di colori e idee ad opera di tutti?

L’installazione dedicata a Keith Haring è la seconda opera concepita per il progetto ABSOLUT WALLPAPER e porta la firma di Giò Pagani, l’architetto designer che attingendo all'esperienza maturata con le carte da parati firmate Wall&Decò, ha saputo trasformare il pattern classico del broccato in una texture di pixel che compongono, disegno nel disegno, il volto dell’artista newyorchese.
Lanciato al Salone del Mobile 2009, il progetto ABSOLUT WALLPAPER aveva visto la prima installazione realizzata dalla sapiente mano creativa di Alessandro Guerriero, che ha ideato una texture di forte impatto, capace di unire geometrie oniriche che da sempre contraddistinguono il suo lavoro con il segno visionario del linguaggio della street art.
Posta un commento