VenetoWorld

venerdì 5 febbraio 2010

S U S P E N S E

A volte mi piace spingere un po' di arte "old school", un po' di roba che piace ai critici con le toppe sui gomiti della giacca che guardano un po' dubbiosi una cacca di marmo fumando la pipa e vaneggiando su correnti artistiche che nascono dalla necessità intrinseca nell'uomo di fare la cacca... Chiaramente questo non è il caso della cacca di marmo! Però i critici eccentrici voglio vederli! Soprattutto l'amico Carlo Sala, mentre fuma un toscano!

La Fondazione Bevilacqua La Masa apre le sale di Palazzetto Tito al nuovo anno con gli artisti protagonisti di ”Suspense”, collettiva in mostra al pubblico dall'1 al 15 febbraio 2010, a cura di Carolina Lio.

Artisti invitati: Carolina Antich, Nicola Aramu, Alex Bellan, Jasmine Bertusi, Luca Bidoli, Alessio Bogani, Silvia Camporesi, Chris Gilmour, Giuseppe Gonella, Agnese Guido, Julia Krahn, Francesco Merletti, Margherita Morgantin, Dania Zanotto.

”Suspense” comprende quattordici artisti attivi in Italia – e soprattutto nel Triveneto – che riflettono sul tema della leggerezza e della sospensione come metafora visiva di un distacco dal terreno. Gli artisti in mostra abbracciano, infatti, una delle direzioni più evidenti dell'arte contemporanea che cerca di rappresentare un allontanamento dal mondo reale attraverso una leggerezza che sfida la gravità. La mostra permetterà di vedere dall'alto, con distacco, un caos contemporaneo a cui si cerca di soprassedere in nome di una spiritualità che lo travalichi.

In occasione della mostra è pubblicato da un catalogo pubblicato da Edizioni Prioritarie. Testi di Carolina Lio e Carlo Sala. Ingresso gratuito.

Fondazione Bevilacqua La Masa | Palazzetto Tito
Dorsoduro 2826, 30123 Venezia

Dal 1 al 15 febbraio 2010
Posta un commento