VenetoWorld

mercoledì 16 febbraio 2011

Dissonant Vibe(s)

Venerdì 18 Febbraio

Special guest: ITAL TEK (uk) LIVE

opening dj set by Andrea Mi


Ital Tek è Alan Myson, ventitrenne producer di Brighton (uk). Dal suo esordio nel 2007 sulla scena dubstep con l'EP "Blood Line" (Planet Mu Records) Alan miscela con maestria elettronica anni '90, hip hop e bass music.
Il 2008 ha visto l'uscita del suo album di debutto “Cyclical” anch'esso su Planet Mu, un disco che mostra le sue indiscusse doti di producer e che lo ha porta alla ribalta della scena elettronica internazionale.
Il successo riscontrato con questo album gli consente di partecipare ad uno dei più celebri radio show di BBC Radio 1 e di produrre il brano “Archaic”, opening track dell'album “Evangeline” di Anne Hobbs, una delle compilation di underground bass music più vendute degli ultimi anni.
Nel 2009 esce nuovamente su Planet Mu con "Massive Error" un ep che porta con se suoni molto più dancefloor con influenze grime, techno e IDM.
Tra le innumerevoli performance degli ultimi anni vanno senza dubbio annoverate quelle al Bloc e al Glade festival, in quest'ultima esibizione il quotidiano "The Guardian" ha celebrato il set di Alan come uno dei momenti più interessanti dell'intera manifestazione. Nello stesso anno lancia la sua etichetta "Atom River" con le releases "Mako" e "Spectrum Falls” mentre nel giugno 2010 Ital Tek pubblica il suo secondo album su Planet Mu intitolato "Midnight Colour”". Il disco vanta ottime recensioni da riviste di settore come NME, The Wire e Djmag, viene supportato da BBC Radio 1 e grazie ad esso Alan riceve numerose richieste di remix.
Precursore della scena underground del Regno Unito oggi Ital Tek è senza dubbio uno dei più interessanti e lungimiranti produttori brittanici in ambito post dubstep.

La serata del 18 febbraio vedrà il producer britannico esibirsi dal vivo nel foyer dell’Ex3 di Firenze e sarà aperta da un dj set di Andrea Mi, architetto/designer, dj, conduttore di trasmissioni radiofoniche come Mixology (Controradio/Popolare Network) e direttore artistico di Screenmusic e Citymix.

Posta un commento