VenetoWorld

venerdì 18 febbraio 2011

Who's Made Ead?

Festeggiamo l'apertura del sito di Made con una meravigliosa intervista che lui stesso ci ha concesso! Approfittiamo per ringraziarlo per la disponibilità!


Cosa ne pensi dell’attuale scena europea e internazionale?
Non sono esattamente uno che segue quello che succede nel mondo del writing attraverso i media di settore, mi capita più di girare e incontrare gente, dipingerci assieme e instaurare amicizie,per indole sono più rivolto al writing rispetto me stesso che alla scena in generale.
Personalmente credo che si stia vivendo una fase di stallo,in attesa di qualcosa che movimenti veramente le cose,credo che sia cambiatà la velocità e sono curioso di sapere come la cosa evolverà.
Chi e cosa ha ispirato il tuo stile?
Tutti e nessuno credo,soffro di influenza multiversale,non seguo una linea dritta e percorro al contrario dove sono già passato,mi piaciono le cose ben fatte e la padronanza delle tecniche, e ogni volta è una buon giorno per sfidare me stesso su cosa farò.
Quanto ci hai messo a trovare le tue forme e il tuo stile?
Tutta la vita più domani.
Riesci a vivere solo dipingendo o lavori anche in altri campi?
Dipingo molto, nel frattempo lavoro anche nel campo della grafica ma la soddisfazione per il prodotto finale è "flacida",va decisamente meglio per quanta riguarda l'illustrazione.
Qual'è a tuo avviso il futuro della street art?
Come ti dicevo prima sono molto curioso in proposito,mi ha divertito molto il film di banksy che offre uno spaccato molto interessante sul fenomeno "soldi e fama subito con ogni mezzo", dall'altra parte la curiosità per chi inventa la prossima svolta è all'ordine del giorno.
Parlando di futuro mi permetto di looppare un consiglio... usate quella cazzo di maschera!!!
Posta un commento