VenetoWorld

mercoledì 15 gennaio 2014

ORIENT EXPRESS / Incontro con Driant Zeneli / 16 Gennaio Fondazione Bevilacqua La Masa


A cura di Giada Pellicari ed Elisa Fantin (CAKE AWAY)

Atelier Bevilacqua La Masa
Complesso SS. Cosma e Damiano, Giudecca, Venezia
Ore 18.30
Info: www.cakeawayvenezia.tumblr.com

Giovedì 16 gennaio
Il viaggio come racconto
Incontro con Driant Zeneli
Driant Zeneli (1983, Scutari, Albania), indaga gli aspetti e i meccanismi della natura umana. Mettendo in scena situazioni ironiche e oniriche, alcune volte assurde, innesca azioni e processi di dislocamento che, in relazione ad avvenimenti casuali e attraverso il suo personale coinvolgimento, o quello inconsapevole di altri soggetti, riportano sempre l’uomo al centro dello sguardo e dell’opera sfidandone i limiti fisici e intellettuali.
Ha esposto presso: GAM, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea, Torino, Italy (2013); KCCC, Museo d'Arte Contemporanea, Klaipėda, Lituania (2013);  ZKM, Museo d'Arte Contemporanea, Karlsruhe, Germania (2012); MUSAC, Museo d'Arte Contemporanea di Castiglia Leon, Spagna (2012); 54ma  Biennale di Venezia, Padiglione Albanese (2011); Biennale di Praga 5; Repubblica Ceca (2011);  98 weeks project space, Beirut, Libano (2011); Trongate 103, Glasgow, Scozia (2011);  Prometeogallery di Ida Pisani, Milano (2010); Museo d'Arte Contemporanea di Villa Croce, Genova, Italia (2009);  Galleria Nazionale di Tirana, Albania (2007).


Driant Zeneli - So Beautiful - photo 2009 - Courtesy the artist


Driant Zeneli - This is a Castle!, 2010 photo Denis Isaia, courtesy the artist and prometeogallery di Ida Pisani.


Driant Zeneli, Those who tried to put the rainbow back in the sky - video HD, 2012, 07'50'', Courtesy the artist and prometeogallery di Ida Pisani.


Comunicato stampa:

Il progetto Orient Express: Il Viaggio nello Sviluppo della pratica artistica vuole proporre dei momenti di discussione sul tema del viaggio che viene analizzato come un elemento fondamentale nello sviluppo della pratica artistica contemporanea.
Scritto da Giada Pellicari e co-curato con Elisa Fantin, entrambe del collettivo CAKE AWAY, in residenza per il 2013 presso gli Atelier Bevilacqua La Masa, nasce dall’idea di voler aprire nuove linee teoriche e apportare visibilità ad un argomento che risulta essere ben presente nel sistema dell’arte contemporanea, ma che ancora tutt’oggi viene poco affrontato dalla ricerca accademica e dalla curatela artistica.
La tematica del viaggio viene analizzata attraverso una serie di incontri nel complesso dei SS Cosma e Damiano in Giudecca, dove vengono invitati artisti ed esponenti del mondo dell’arte a presentare le loro esperienze all’interno di una discussione organizzata in forma di tavola rotonda.
Gli ospiti saranno: Silvio Lorusso e Claudia Rossini; Mario Ciaramitaro e Ryts Monet; Marco Tagliafierro e Angela Vettese; Driant Zeneli; Elena Mazzi.
Nell’epoca contemporanea, dove i mezzi tecnici hanno permesso un più agevole flusso di informazioni e conoscenza, il viaggio ha raggiunto delle connotazioni diverse, ovvero il più delle volte è nato con la finalità della produzione di un lavoro specifico molto spesso pensato in un determinato luogo.
Sono stati così individuati alcuni sottoinsiemi e canali di orientamento all’interno del tema, che vengono considerati come dei filoni ormai storicizzati e ampiamente presenti nella produzione artistica contemporanea quali, ad esempio: le piattaforme web e i digital media come viaggio online e produzione di contenuti, il workshop in oriente come sviluppo della pratica artistica, le geografie dell’arte, la new genre public art e il viaggio come racconto.
Il progetto ha come obiettivo principale quello di stimolare momenti di riflessione e di impostare alcuni quesiti da sviluppare con gli ospiti:
• Che influenza ha il viaggio nella produzione artistica e nel processo critico?
• Come si vengono a definire tutti questi piccoli luoghi dell’arte, che vanno ad ascriversi come ambienti tali grazie alla presenza dell’artista in quel preciso momento e in quello stesso territorio?
• In che modo un luogo e la relativa comunità possono influenzare un artista e il suo lavoro?

La Fondazione Bevilacqua La Masa diviene così allo stesso tempo un punto di incontro e di ricerca per lo sviluppo di questo argomento.

Giovedì 16 gennaio
Il viaggio come racconto
Incontro con Driant Zeneli



Partnership: Fondazione Bevilacqua La Masa, CAKE AWAY, Università IUAV di Venezia
Media Partnership: www.lidentitaaumentata.tumblr.com, www.streetartattack.tk
Progetto Grafico di Alberto Casagrande
Posta un commento