VenetoWorld

giovedì 8 gennaio 2015

OSSI DI LAMPEDUSA by @Opiemme


Lo ammetto: ci sono artisti che tendenzialmente prediligo più di altri. So che dovrei essere imparziale e che non dovrei sbilanciarmi, tuttavia spesso mi lascio andare ai sentimentalismi e creo post basandomi esclusivamente su quello che mi piace e non su criteri obiettivi. Poi però ci penso e mi rendo conto che questo blog è nato esattamente per sbattermene dei criteri obiettivi e delle tendenze e spingere quello che mi piace.

OPIEMME, evidentemente, è in questa categoria.
In settimana siamo stati a Montevideo con lui, oggi siamo nuovamente in Italia, precisamente a Sapri, dove l'artista ha dedicato per Oltre Il Muro uno dei suoi ormai marchi di fabbrica a una composizione poetica di Paola D'Agostino intitolata Lampedusa Mon Amour. Se continuiamo a girare così vorticosamente rischio di creare involontari paradossi temporali alterando la sequenza cronologica della realtà.


Tu non hai visto Lampedusa
Ma conosci la tempesta
i porti segreti
le grotte nascoste
Posta un commento