VenetoWorld

giovedì 21 aprile 2011

Fermato per i suoi mosaici Space Invader

Nonostante la grande mostra sulla street art in corso al Moca, la polizia di Los Angeles non ha ancora sviluppato l’abilità di distinguere chiaramente un graffitaro da uno street artist. Lo scorso venerdì 17 aprile, due uomini francesi sono stati arrestati per vandalismo nella zona circostante la Geffen Contemporary, la sede del museo.

Si trattava di Space Invader e del suo aiutante, che stavano applicando le sue composizioni di tessere di mosaico in alto negli angoli delle strade. Il Los Angeles Police Department li ha beccati nei pressi del Perez, un edificio storico a Little Tokyo, in flagranza di reato, con secchi di malta e pezzettini di mosaico. Nonostante Space Invader abbia una sua installazione ad Art in The Streets fino all’8 agosto, i suoi mosaici non sembrano graditi (o forse dovrebbe chiedere il permesso per ogni 40×40 cm che occupa?)… se si sapesse quanto possono valere, forse qualcuno tenterebbe di rimuoverli per un altro motivo.

Gli Space Invader sono stati rilasciati dopo poche ore previo contatto con l’ufficio immigrazione francese per assicurarsi sul loro rimpatrio. La questione adesso a Los Angeles si fa interessante. La guerra di tag selvagge e scure lanciata da alcuni writers contro Deitch e il Moca ha messo paura agli abitanti, ma ha provocato un dibattito sulla linea di confine tra arte e vandalismo.

fonte: ArtsBlog
Posta un commento