VenetoWorld

lunedì 26 marzo 2012

Colpa del writer


Anche Venezia ha scoperto come sia facile e pratico scaricare la colpa dei mali dell'umanità sui writer, facendo di tutta l'erba un fascio e dando in pasto all'opinione pubblica un'opinione "take away" pronta da ingurgitare e assimilare: dopo la bricconata di Sqon, Gafuck e Zetaerre (anche se i bene informati mi riferiscono che "stavano ricoprendo delle tag insulse con un bel pezzo") in zona Rialto sono spuntati come funghi gli occhi vigili del Grande Fratello che ora perlustra la zona in cerca di un altro capro espiatorio a cui addossare la colpa dei piccioni che cagano acido. Gli esercenti, allarmati da tanta delinquenza (?!?), chiedono più illuminazione: magari mettiamo l'esercito così tra un po' vi lamenterete dello "stato di polizia". Come diceva Sir Oliver Skardy "Venexia senza fabriche sarìa più sana"...