VenetoWorld

venerdì 6 aprile 2012

Cresciuto dalla strada

Avantgarden gallery tiene vivo l’interesse nei confronti dell’"urban art" e "street art" esibendo le opere di Anthony Lister (Australia, nel 1979), vivace artista "underground" che ha già esposto in numerose personali, Berlino, New York, San Francisco e Londra fra le altre. D’altra parte questa fenomeno dell’urban art si è inserito da diverso tempo tra i movimenti fondamentali, visto l’interesse dimostrato da parte di stimate istituzioni come la fondazione Cartier, la Tate modern e case d'asta, ad esempio la Sotheby's. Il movimento ora è una corrente riconosciuta a livello internazionale e non più solo passione di pochi, di una ristretta cerchia di giovani.

Anthony Lister ha esposto anche in svariate mostre collettive e inoltre è sostenuto dalla national gallery of Australia, Canberra. I suoi ritratti sulla mitologia contemporanea caricano di colori e di rimandi a super eroi e "wonder woman" le sue opere che con vivacità e con tenacia introducono icone del presente. I suoi lavori sono lo specchio di una società alla deriva, di personaggi famosi divorati dalla loro fama. Si nota così Batman perso in se stesso, nella sua obesità, o lupi malconci simboli del video musicale Thriller di Michael Jackson. Figure artefatte che non si devono prendere sotto gamba dato che l’artista è considerato uno dei personaggi più in vista nel panorama dell’ "urban art", come si legge nel libro edito da Phillips de Pury " Beyond the street". Le trame che percorrono i suoi lavori sono realizzate con l’energia giusta, un miscuglio di "action painting", espressionismo e pop, d’estetica baconiana e di fumetto americano.

Anthony Lister vive e lavora tra Brisbane e New York. Ha conseguito la laurea in belle arti al Queensland college of the arts. Dopo il trasferimento a New York avvenuto nel 2002, dove seguì con vivo interesse il lavoro di Max Gimblett, nel 2004 vince il Queensland education minister's award e partecipa al progetto The blender studios di Melbourne, una porta verso la "street art" australiana.

Fino al 28 aprile. 
Avantgarden gallery, via Cadolini 29, Milano. 
Info: 340 513709