VenetoWorld

sabato 21 aprile 2012

EL BOCHO INVADE BERLINO



Lo street artist El Bocho invade Berlino, con volti di donne dipinti sui muri della capitale tedesca. Di lui non si conosce né il nome, né il volto. La testa nascosta dentro un cappuccio nero, non dice l'età o dove si trovi casa sua. Disegnando, però, i suoi ritratti dai colori accesi sui muri dei quartieri più trendy, è diventato un autentico fenomeno di massa. Tanto, che nelle gallerie di Charlottenburg quei graffiti, figli di un’arte temporanea e destinata alla cancellazione in poche ore, valgono ben 12 mila euro. Nei luoghi più impensati, dal degrado dei ponti, passando per i cassonetti, fino ai muri delle strade principali, El Bocho dipinge le sue donne: capelli lunghi, calze a righe, rannicchiate ad osservare i berlinesi. Fanciulle eteree o cartoon, dove i colori sgargianti delle bombolette denunciano l’azione sostanzialmente anarchica dell’artista. «Mi bastano 10 minuti, mi muovo intorno a mezzanotte», racconta El Bocho nel suo atelier. «Ho iniziato con i graffiti. Quella, però, è una forma di comunicazione chiusa, per soli adepti. Io volevo parlare a tutti, e sono passato alla street art». Aggiunge, «Ce ne saranno 8» di artisti come lui, a Berlino, luogo più che adatto a questa forma d’arte passeggera. In particolare, il quartiere di Prenzlauerberg, dove vive e lavora, «è quartiere ideale. La gente è felice qui e i miei ritratti durano più a lungo».

fonte: La Stampa